Perché questo blog

3582-Colorful-Question-Mark-Vector-Set- mod

Perché quando al tuo cane viene diagnosticata una forte ipovisione o la cecità non sai che fare, non sai come comportarti né a chi rivolgerti. Questo blog vuole essere una luce nel buio, una fonte di informazioni e suggerimenti per permetterti di vivere più sereno, più fiducioso, più preparato su ciò che sta accadendo o accadrà.

L’obiettivo secondario è quello di dar vita a un’area di scambio di suggerimenti, di esperienze, di racconti su come noi e i nostri cani abbiamo vissuto il problema e superato gli ostacoli. Le vostre testimonianze saranno un tesoro per tutti. Il comportamento e il modo di reagire dei nostri cuccioli, sebbene presenti alcuni tratti comuni a tutti, in realtà è molto soggettivo. Un esercizio o un espediente che si è rivelato utile per uno, potrebbe non avere successo per un altro. Occorre sperimentare e provare e riprovare fino a trovare il metodo che funziona per noi e il nostro cane.

L’ ultimo scopo di questo blog è quello di fornire un supporto psicologico per i padroni che si ritrovano ad affrontare questa  problematica. Capire come ci si sente, come vincere la tristezza e leggere le testimonianze di tutti quelli che hanno superato gli ostacoli e ora vivono normalmente e serenamente con il proprio cane non può che infondere ottimismo, fiducia e speranza.

Grazie ancora a tutti i nostri lettori e a tutti coloro che collaboreranno con noi.

mail_generic

Image: Colorful Question Mark Vector Set By webdesignhot

Comments
13 Responses to “Perché questo blog”
  1. Elisa ha detto:

    Complimenti per l’iniziativa! 🙂 io ho un cucciolo affetto da una malattia oculare dall’età di quattro mesi, e ogni oculista che lo visita mi dà una diagnosi diversa. Adesso lui ha otto mesi, e va peggiorando. Sarebbe bello che noi lettori potessimo scambiarci le nostre esperienze su questo blog, sarebbe inoltre utile se tu riuscissi a creare una mappa dei vet oculisti, dato che non sempre è facile trovarli. Insomma, le idee sono tante, e vedo che a te non mancano! Auguri per il blog!

    Elisa

    • canisenzavista ha detto:

      Grazie!!! Di dove sei Elisa? Forse ti posso dare qualche consiglio…Non sempre è facile in un’età così precoce diagnosticare chiaramente quale sia il problema. Se vuoi, scrivimi pure una mail che ne parliamo in modo più approfondito. Ho sbirciato un pò nel tuo blog. Complimenti a te! Fare la volontaria non è semplice. Credo che sia un’esperienza che arricchisce tanto e sia dimostrazione di un animo davvero sensibile.

  2. shabbybarn ha detto:

    Buonasera.. A noi sono nati 12 cuccioli in cui 2 sono ciechi e uno senza occhio. Come viviamo in una cascina grande in campagna con laghetto artificiale molto profondo e piscina e scuderia, il veterinario ci ha consigliato che i 2 ciechi è meglio che vivono in appartamento.. Non sa a chi posso rivolgersi per fare adottare questi stupendi cuccioli. Sono incrocio collie e pastore bergamasco. Sono taglia media-grande. Hanno 6 settimane. Quello senza occhio l’abbiamo già dato ad una bravissima famiglia.. Grazie tante.

    • canisenzavista ha detto:

      Buonasera, mi spiace per i cucciolini…mi mandi delle foto via mail (canisenzavista@gmail.com) e un recapito a cui possono rivolgersi le persone interessate. Intanto lo pubblichiamo qui e poi mi attivo per far girare la notizia anche in altri siti. Speriamo di trovargli casa in fretta. Attendo le foto. A presto. Monia

  3. KeiLeela ha detto:

    Ciao, grazie di essere passata. Molto carino qui, fai una cosa molto bella. Una curiosità, condividi anche appelli per gatti semiciechi?

  4. Francesca ha detto:

    Veramente una bella iniziativa. Complimenti!
    Una delle mie cagnoline ha perso da poco la vista e noto che lo sconforto che sto vivendo é condiviso da tanti che hanno lo stesso problema. Purtroppo la mia piccola sta perdendo anche l’ udito e quindi diventa piú difficile interagire con lei. Per ora cerco di “allenarle” tanto l’olfatto con giochi di ricerca olfattiva affinché possa almeno sfruttare questo senso … anche se noto che comincia a “perdere colpi” anche con questo senso 😦 Ho letto del suggerimento del campanellino legato ad una gamba, ma temo che ormai per lei sia troppo tardi, magari potrei provare a legarmi un fazzoletto imbevuto di un odore forte in modo che possa seguire quello. Cosa ne pensi? Lei prima conosceva tutti i comandi base e inoltre capiva tante di quelle parole che sembrava di interagire con un umano, ma adesso non sente quindi non so come impartirle i comandi. Vederla cosí “persa” mi distrugge ma non so davvero come aiutarla … Suggerimenti??
    Comunque grazie per questa iniziativa e ancora complimenti
    Ciao Francesca

    • canisenzavista ha detto:

      Ciao Francesca, scusa del ritardo. Certo, questa situazione è piuttosto complessa. Tu stai facendo tutte cose giustissime, ma se sta perdendo anche l’udito devi iniziare a introdurre segnali tattili. Ad esempio, insegnarle che se la tocchi sopra la coda significa che deve sedersi e che se la tocchi sul colo significa che deve alzarsi. Più in là affronteremo l’argomento anche su queste pagine. Stimoli olfattivi amplificati sono giusti e sicuramente le danno sicurezza. Non cambiare mai profumo: con quello deve collegare la tua persona. Sai che esiste una scuola specializzata in Italia sui cani sordi e sordo ciechi? A volte fanno dei workshop di pochi giorni per insegnare i rudimenti dell’insegnamento ai cani con questi problemi. Non ho idea dei prezzi, ti dico la verità, ma se vuoi informarti mi puoi scrivere una mail e ti passo i recapiti. In bocca al lupo. Un bacione!

      • Francesca ha detto:

        Ti ringrazio tantissimo per l’attenzione e il suggerimento sugli stimoli tattili. Comincerò a lavorarci .. La sua taglia non aiuta ( é decisamente piccola e quindi per toccarla devi chinarti completamente e a quel punto istintivamente sei portato a farle fare quello che hai in mente semplicemente prendendola in braccio o spostandola di peso, ma questo non aiuta la sua autonomia). Mi piacerebbe saperne di più sui corsi di cui mi hai parlato ( ti scriverò e-mail …ma come si fa??l).
        Grazie e scusa sono piú brava con i cani che con internet ..

      • canisenzavista ha detto:

        Ciao Francesca. Per scrivermi basta cliccare sulla bustina che trovi sulla homepage. Oppure, se preferisci il metodo classico, il mio indirizzo mail è canisenzavista@gmail.com . Spero di sentirti presto. Baci

  5. Ant Sacco ha detto:

    ciao,
    non ho cani ma volevo dirti che penso che la tua iniziativa sia davvero interessante e utile.
    complimenti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Scrivetemi!
    Sarò felice di rispondere alle vostre domande, leggere e condividere con tutti gli altri lettori le vostre esperienze.

  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

  • Calendario

    agosto: 2017
    L M M G V S D
    « Set    
     123456
    78910111213
    14151617181920
    21222324252627
    28293031  
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: