Come abbaia il tuo cane?

cani senza vista abbaio

Così come la voce caratterizza ogni essere umano e ci permette di riconoscere una persona familiare e comprendere sesso, età e stato d’animo di un estraneo, nello stesso modo anche l’abbaiare è una caratteristica individuale di ogni cane, che fornisce ai suoi simili molte informazioni. Queste informazioni ricavate dall’abbaiare del cane sono state oggetto di una recente ricerca, teso a mostrare a noi umani queste differenze, che difficilmente percepiamo, grazie all’aiuto di nuovi strumenti informatici.

 

Il gruppo di ricerca del Computational Intelligence Group (CIG) dalla Scuola di Informatica dell’Universidad Politécnica de Madrid (UPM), in collaborazione con uno studente di veterinaria dell’Universidad Alfonso X El Sabio e con il Dipartimento di Etologia dell’Università di Budapest Eötvös Loránd hanno effettuato una ricerca sul comportamento canino che mostra che il sesso, l’età, il contesto e il riconoscimento del cane che sta abbaiando possono essere identificati con un’alta percentuale di successo non solo dagli altri cani, ma anche dagli umani attraverso metodi statistici e computazionali del modo di abbaiare.

 

La comunicazione canina è stato un argomento di ricerca dell’etologia negli ultimi dieci anni. La maggior parte della ricerca si è concentrata sullo studio di come i cani siano in grado di capire le diverse forme di comunicazione umana, per esempio i gesti dei padroni e il riconoscimento della voce umana. Questo studio congiunto tra CIG e UPM mirava a comprendere i segnali acustici emessi da un cane che abbaia quando è sottoposto a certe situazioni. Questa ricerca è stata condotta attraverso lo sviluppo di un sistema informatico basato sulla modellazione statistica che è in grado di riconoscere diverse caratteristiche del cane (sesso, età, individuale, situazione …).

 

Gli esperimenti sono stati condotti a Budapest su otto cani – tre maschi e cinque femmine – di razza Mudi. Per ogni cane (di età compresa tra uno e 10 anni) sono stati registrati 100 abbai ponendo il cane in sette diverse situazioni:

(A) da solo (il proprietario legava il cane a un albero);

(B) mentre gioca a una palla;

(C) mentre lotta (un uomo fingeva di attaccare il proprietario del cane);

(D) quando riceve la sua razione di cibo;

(F) quando è in compagnia di una persona estranea al cane;

(G) quando è pronto a uscire con il proprietario.

Ognuno degli 800 abbai è caratterizzato da 29 misure acustiche.

Utilizzando i diversi modelli di calcolo ottenuti dai dati raccolti durante l’esperimento, i ricercatori sono stati in grado di riconoscere con successo il sesso del cane nell’ 85.13% dei casi, mentre l’età del cane (codificata nelle categorie giovani, adulti e vecchi) è stata identificata senza errori nel 80.25% dei casi. Il compito di individuare la situazione in cui il cane si trovava è riuscito per il 55.50% , mentre il riconoscimento del cane che abbaiava tra gli otto cani partecipanti allo studio di razza Mudi ha avuto successo il 67.63% delle volte.

 

Questo studio porta alla luce la rilevanza biologica e la ricchezza delle informazioni contenute nell’abbaio del cane e apre nuove possibilità di ricerca applicata. Per esempio, potrebbe aiutare a sviluppare un programma software in grado di identificare i vari stati d’animo del cane, come la paura, l’ansia e i vari livelli di aggressività, venendo in aiuto ai comportamentisti e nel recupero di cani problematici.

Fonte: Ana Larrañaga, Concha Bielza, Péter Pongrácz, Tamás Faragó, Anna Bálint, Pedro Larrañaga. Comparing supervised learning methods for classifying sex, age, context and individual Mudi dogs from barking. Animal Cognition, 2014; 18 (2): 405 DOI: 10.1007/s10071-014-0811-7

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Scrivetemi!
    Sarò felice di rispondere alle vostre domande, leggere e condividere con tutti gli altri lettori le vostre esperienze.

  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

  • Calendario

    giugno: 2015
    L M M G V S D
    « Mag   Lug »
    1234567
    891011121314
    15161718192021
    22232425262728
    2930  
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: