I cani e la neve

cani senza vista neve

Per molti cani, la neve è qualcosa di estremamente eccitante. Altri sembrano proprio odiarla. Ma perché? In realtà il rapporto dei cani con la neve è molto soggettivo, come per gli umani del resto.

Molti cani amano la neve perché la vedono come un nuovo gioco, qualcosa di inconsueto e eccitante. I cani da slitta e quelli che vivono in zone molto nevose raramente mostrano entusiasmo per la neve fresca, perché sono più abituati ad essa e non rappresenta qualcosa di inconsueto. Ciò suggerisce che proprio il fattore novità sia alla base di questa eccitazione, proprio come accade quando si porta le prime volte il cane al mare: la gioia di esplorare un luogo così profondamente diverso da quello abituale stimola il loro entusiasmo. Si ritiene che questa attrazione nasca dal fatto che la neve modifichi le caratteristiche sensoriali di tutto ciò con cui i cani entrano a contatto: per i cani normovedenti questo manto bianco rinnova l’interesse per il loro ambiente familiare, che appare sotto una luce diversa e scatena il loro desiderio esplorativo. C’è il piacere di scoprire un paesaggio mutato dopo la neve caduta. Oltre all’aspetto visivo, la neve attrae anche per la capacità di esaltare le tracce fresche di odori, così coinvolgenti per i cani. Gli odori freschi da annusare li eccitano tantissimo e stimolano la loro voglia di scoprire e di fare giochi olfattivi. Si sospetta che anche la stessa sensazione della neve sul corpo sia emozionante per i cani. La ricerca ha scoperto che i cani hanno un’anatomia venosa elle zampe eccezionale (cioè un flusso sanguigno più articolato del nostro che gli rende gli arti più caldi) e ciò li induce ad adattarsi alla neve meglio di quanto si possa pensare. Un’ultima considerazione fondamentale è che i cani hanno la capacità di alzare il loro metabolismo non appena la temperatura esterna scende e ciò si traduce nel fatto che la neve gli creerà meno disagio di quello che causerà a noi! Naturalmente occorre considerare anche una dimensione sociale che li stimola, dato che quando usciamo con loro sulla neve di solito non passeggiamo, ma passiamo il tempo a giocare insieme! Per i cani non vedenti o ipovedenti giocare a inseguire una pallina profumata sulla neve sarà divertentissimo, come lo sarà per i cani normovedenti correre a recuperare un legnetto inseguire le palle di neve che la gente si lancia.

Comunque, se il vostro cane è un amante della neve, ricordatevi di proteggere le sue zampe. Basta spalmargli sui cuscinetti e sui polpastrelli della vaselina in gel. In questo modo le zampe saranno protette e il cane si sentirà libero di scorrazzare quanto vuole. Evitate anche di farlo camminare dove è stato sparso del sale e preferite farlo passeggiare sulla neve fresca. L’abitudine di spargere sale sulle strade può rappresentare una minaccia per il cane. I cristalli di sale possono irritare le sue zampe e, addirittura, causare ferite, in particolar modo in corrispondenza dei cuscinetti adiposi che consentono al cane di appoggiarsi al suolo.

Alcuni cani invece sembrano non amarla affatto e quando affondano le zampe sulla coltre fresca fanno di tutto per essere riportati in casa. Le ragioni di questo comportamento sono molteplici.

Alcuni cani possono avere avuto delle prime esperienze negative con la neve. Quelli particolarmente sensibili alle basse temperature possono trovarla insopportabilmente fredda, il ghiaccio può essere stato causa di scivolate e cadute e anche di ferite di cui mantengono ricordi spiacevoli.

Inoltre i cani con le zampe corte, quelli con la pelliccia più rada o con le pance poco ricoperte di pelo sulla neve alta si raffreddano in fretta. Queste caratteristiche fisiche li rendono particolarmente vulnerabili all’ipotermia.

A volte anche i cani a pelo lungo possono avere problemi. I Cocker Spaniel e i Collie a pelo lungo sono i primi a ghiacciarsi, perché la neve si appiccica al pelo e oltre a dargli freddo tende a pesare. Dopo una piccola corsa possono ritrovarsi come una palla di neve che cammina….

I cani con osteoartrite possono trovare la deambulazione sulla neve dolorosa.

E infine ci sono i cani con le zampe corte, come i bassotti ad esempio che diventano rapidamente stanchi delle passeggiate sulla neve. Camminare sulla neve impone un’andatura diversa, una specie di galoppo. Tuttavia, con le loro schiene lunghe e le gambe corte, queste razze possono trovare la corsa sulla neve un’operazione particolarmente difficile. Molte piccole razze probabilmente hanno problemi di termoregolazione e tendono ad affondare completamente nella neve con la loro piccola mole. La neve per loro significa solo freddo e disagio.

Come un cane reagisce alla neve può anche cambiare con l’età. I cani più vecchi che hanno da poco iniziato a mostrare cali della vista e dell’udito e che quindi non hanno imparato a sopperire con gli altri sensi probabilmente troveranno la neve una nemica che oscura ulteriormente le loro percezioni del mondo. La reazione dei cani può dipendere anche dal tipo di neve. La neve fresca è in genere la più apprezzata. Quando la superficie diventa molliccia o troppo ghiacciata, la neve tende a congelare i polpastrelli e camminare può diventare scomodo o doloroso. I cani che hanno subito congelamenti ai piedi in passato possono essere più sensibili al freddo e cercare di evitare la che la situazione si ripeta.

Ci sono poi cani che semplicemente non amano il cambiamento. Mentre alcuni cani trovano le novità eccitanti, altri hanno difficoltà con il mutamento improvviso generato da una nevicata.

Pensate a come viene trasformato il mondo del cane quando nevica: la sua superficie, i suoi odori, la sua sensazione sotto i piedi e sul corpo. Mentre questi aspetti del mondo della neve rendono la cosa molto divertente per molti cani, altri non l’apprezzano affatto. Per un cane timoroso, titubante verso l’esterno, la neve significa che il mondo si trasforma senza che lui lo voglia minimamente.

Comments
One Response to “I cani e la neve”
  1. Rebecca Antolini ha detto:

    Buon giorno carissimi, la nostra Tatanka adora la neve, ( guando piove non vuole uscire di casa, quando fa freddo trema ) ma quando siamo nella neve non serve nessun pullover e competamente un’altra cagnetta… Tatanka si ruotola solo nel nostro letto e nella neve 😉 vi auguro una buona setttimana… Pif

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Scrivetemi!
    Sarò felice di rispondere alle vostre domande, leggere e condividere con tutti gli altri lettori le vostre esperienze.

  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

  • Calendario

    febbraio: 2015
    L M M G V S D
    « Gen   Mar »
     1
    2345678
    9101112131415
    16171819202122
    232425262728  
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: