La Comunicazione Vocale

cani senza vista comunicazione acustica

La comunicazione vocale comprende tutta la gamma di suoni (abbai, ringhi, ululati, guaiti, latrati, uggiolii, ecc.) prodotti dal cane che possono variare di intensità, tonalità, frequenza, durata e modulazione a seconda del significato e della circostanza.
In linea generale, più sono bassi e gutturali più indicano minaccia, mentre più sono alti e tanto più sono amichevoli.
Quindi queste espressioni vocali possono manifestare, a seconda delle circostanze, un’intenzione pacificatrice o un avvertimento aggressivo.

  • L’abbaiare del cane ha parecchie sfaccettature sonore che possono essere distinte dall’esperienzadel padrone. Alcune razze abbaiano molto per natura, altre non abbaiano quasi mai. L’abbaio classico, detto latrato, può essere un avvertimento, una richiesta, ma anche un invito al gioco; cambia a seconda delle razze e dell’età del soggetto. Il latrato ad esempio è il tipico verso dei segugi da caccia mentre seguono una traccia: in questo caso è un’espressione vocale carica di entusiasmo ed eccitazione.
    In genere, facendo attenzione al ritmo e al volume dell’abbaio, possiamo individuare le seguenti tipologie:

-Sequenze rapide di tre o quattro abbai intervallati da pause a intonazione media corrispondono a un segnale di attenzione e richiamo: il cane percepisce qualcosa di insolito, ma non è certo che sia qualcosa di minaccioso.
-Abbai rapidi ad intonazione media indicano che il cane è eccitato e percepisce un pericolo e in questo modo vuole lanciare l’allarme.
-Abbai continui, più lenti e con intonazione bassa significano che il cane ha rilevato una fonte di pericolo imminente e si sta preparando alla difesa.
-Una prolungata sequela di abbai, con intervalli tra l’uno e l’altro, indicano che il cane si sente solo e sta manifestando la sua tristezza, cercando di richiamare l’attenzione.
-Uno o due abbai netti e brevi, intonazione alta o media costituiscono un segno di saluto.
-Un singolo abbaio netto e breve a intonazione medio bassa segnala che il cane è infastidito da qualcosa.
-Un singolo abbaio netto e breve, con intonazione medio alta indica sorpresa o spavento per qualcosa.
-Un abbaio balbettante, ad intonazione media è un chiaro invito al gioco.
-Un abbaio crescente rivela che il cane si sta divertendo moltissimo.
-Un abbaio simile a un ululato che non avviene per imitazione indica che il cane manifesta la sua malinconia, tristezza e solitudine.

  • Il guaire (cioè emettere gemiti simili a un pianto) è un chiaro segnale di richiesta d’aiuto; è un verso frequentissimo nei cuccioli ma può essere emesso anche dagli adulti quando si sentono minacciati da un pericolo.

-Un guaire sommesso, è indice di paura e dolore.
-Gemiti ad intonazione più bassa rispetto ai piagnucolii e con mimica corporea eccitata rilevano eccitazione e gioia.
-Guaito singolo o abbaio con intonazione alta corrisponde a un dolore fisico acuto.
-Una serie di guaiti indicano dolore fisico o grande paura.

  • Il mugolare è l’emissione di una serie di gemiti sommessi che in alcune razze (come il Siberian Husky) sembrano un vero e proprio monologo e sta a indicare un disagio psicologico. I cani possono mugolare per esprimere un dissenso verso un ordine impartito dal padrone o una sua azione.
  • Il “cainare” manifesta generalmente il dolore ma anche la forte paura.
  • L’uggiolio, cioè un mugolio lamentoso e insistente simile a un ululato,e che si trasforma in un ululato finale, rappresenta la solitudine e la tristezza di un cane che si sente abbandonato.
  • L’ululare è un atteggiamento vocale sociale. In natura è usato per specificare la propria posizione ad altri cani del branco, annunciando la propria presenza. Spesso è una manifestazione gioiosa a cui si uniscono altri cani. Può avere la valenza di richiamo da parte del soggetto nei confronti del branco-famiglia o viceversa, e, nel caso del lupo selvatico, può servire a mettere in guardia gli altri branchi riguardo i confini del proprio territorio, oppure a rafforzare i rapporti all’interno del branco. Il cane domestico non è solito ululare per motivi territoriali bensì per rispondere a suoni che lui interpreta simili al suo verso, come ad esempio la musica, la sirena di un un’ambulanza o le campane di una chiesa o come risposta a un verso simile che il padrone (il capobranco) emette per giocare o al cantare del padrone. Alcune razze non ululano affatto, altre imparentate più strettamente con i lupi come ad esempio i Pastori tedesco e gli Husky, per retaggio tendono a ululare di più.
  • Il ringhiare è indubbiamente un segno aggressivo, ma non sempre indica cattive intenzioni da parte dell’animale. Basti pensare al verso che emette il cane quando si gioca con lui tirando una corda o quando comunque in cui c’è di mezzo un gioco da contendersi. Il ringhio d’avvertimento, che viene emesso a bocca chiusa, è abbastanza blando e significa: ”Stammi alla larga!”. Altra questione è quando il ringhio viene accompagnato dall’esibizione di un sfilza di denti, dalle labbra arricciate e dalle orecchie erette, chiari segnali di dominanza e aggressività! Per evitare uno scontro con un cane sconosciuto che ci viene incontro con questi atteggiamenti sarà necessario distogliere lo sguardo (che altrimenti verrebbe interpretato come un gesto di sfida) e “farsi piccoli” incurvando le spalle”, cioè mostrare sottomissione. Analizziamo brevemente varie tipologie di ringhio:

-Un ringhio sommesso che sembra essere prodotto direttamente dal torace con intonazione bassa rappresenta una minaccia di un cane sicuro di sé che sta per attaccare.

-Un ringhio sommesso che esce direttamente dalla bocca con intonazione media è un segnale di minaccia di un cane non troppo sicuro di sé, che però se messo alle strette potrebbe attaccare.

-Un ringhio – abbaio a bassa intonazione, (un verso che nasce come ringhio e poi si trasforma in abbaio) indica che il cane si sente minacciato da qualcosa o qualcuno e chiede supporto per attaccare.

-Un ringhio – abbaio con intonazione medio-alta rivela preoccupazione e spavento di un cane non sicuro di sé che si sente minacciato e che se messo alle strette può attaccare.
-Un ringhio con intonazione variabile, che passa da medio bassa a medio alta, indica che il cane manifesta il suo terrore e è incerto se fuggire o affrontare il pericolo attaccando.

-Un ringhio rumoroso emesso a denti coperti e con intonazione da media ad alta, in genere rappresenta la felicità del cane che sta giocando per esempio a tira e molla.

  • Starnutire: i cani non starnutiscono per problemi di respirazione, ma possono emettere degli sbuffi che ai nostri occhi appaiono simili a starnuti. Lo fanno quando c’è qualcosa che rilevano con sospetto: è una specie di segnale di avvertimento.
    Ovviamente per capire le intenzioni del cane tutti i segnali vocali vanno interpretati considerando anche la mimica corporea e la mimica facciale che ci forniranno una panoramica più completa delle sue sensazioni e intenzioni.

Per esercitarvi con la comunicazione vocale, guardate questo video e cercate di capire cosa vogliono dirvi questi cucciolini deliziosi!

Comments
One Response to “La Comunicazione Vocale”
  1. Rebecca Antolini ha detto:

    E un vero peccato che rutto quste cose non era quando Tatanka era cuciola… vosti post sono veramente grandiosi… il video ha fatto ululare anche a lla nostra Tatanka

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Scrivetemi!
    Sarò felice di rispondere alle vostre domande, leggere e condividere con tutti gli altri lettori le vostre esperienze.

  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

  • Calendario

    dicembre: 2014
    L M M G V S D
    « Nov   Gen »
    1234567
    891011121314
    15161718192021
    22232425262728
    293031  
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: