Nuovo studio sul comportamento dei cani non vedenti e non udenti

cani senza vista

 

 

Un pregiudizio comune sancisce che i cani ciechi sono più aggressivi e tendono ad abbaiare di più rispetto agli altri. Una nuova ricerca rileva che i cani ciechi o sordi hanno invece un comportamento molto simile a cani con udito e visione normale. Lo studio è stato condotto dalla Dr.ssa Valeri Farmer-Dougan dell’Illinois State University. La buona notizia è che i risultati dello studio confermano che i cani con problemi di visione e di udito possono essere buoni animali domestici.

La ricerca ha rilevato:

  • I cani sordi, ciechi e i sordo-ciechi non sono più inclini all’aggressività o a altri problemi comportamentali gravi rispetto a qualsiasi altro cane; piuttosto è la razza a cui appartengono, lo stile di vita e l’ambiente in cui vivono che determina il livello di aggressività e/o altri gravi problemi di comportamento sia nei cani normodotati che in quelli portatori di handicap.
  • I cani sordi, ciechi e i sordo-ciechi si affezionano con spontaneità e facilità ai loro proprietari, i quali si dichiarano soddisfatti del legame con il loro cane nella stessa percentuale in cui lo affermano i padroni di cani normodotati della stessa razza.
  • I cani sordi, ciechi e i sordo-ciechi sono facilmente addestrabili, o per essere più precisi, possono essere addestrati con la stessa facilità dei cani normodotati appartenenti alla stessa razza.

Paradossalmente, i cani con una vista e udito normale sono stati valutati duranti i test più aggressivi e più eccitabili di quelli con difficoltà di visione e uditive.

Secondo i ricercatori di questo studio, i proprietari di cani con problemi di udito o problemi di visione dovrebbero assicurarsi che il loro cane riceva abbastanza input sensoriali. I ricercatori suggeriscono di aiutarli a sviluppare gli altri sensi attraverso il gioco, utilizzando ad esempio giocattoli vibranti e da masticare, nonché stimolare la loro mente con giochi mentali e il training. I cani in oggetti si sono rivelati in grado di frequentare con successo anche le lezioni di agility o di obedience.

I ricercatori hanno esaminato 461 cani. Novantotto cani erano sordi o ha avuto un deficit uditivo, 32 cani erano ciechi o ipovedenti, e 53 cani erano entrambi sordi e ciechi. I cani non udenti e ipovedenti sono stati considerati come un unico gruppo in quanto non vi erano differenze tra loro. Il resto dei cani esaminati era normodotato.

Gli autori dello studio hanno concluso che “i cani ciechi e sordi possono essere ottimi animali domestici e da compagnia e la cooperazione tra veterinari, comportamentisti e proprietari di cani è l’arma vincente per farli crescere sani, educati e felici.”

Fonte: Farmer-Dougan, V.A., Quick, A., Harper, K., & Schmidt, K. (under review).  Congenitally deaf, blind or deaf/blind dogs (canis familiaris) show behavioral traits that parallel hearing and seeing cohorts. This paper, co-authored with three students, is currently under review at the Journal of Veterinary Behavior.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Scrivetemi!
    Sarò felice di rispondere alle vostre domande, leggere e condividere con tutti gli altri lettori le vostre esperienze.

  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

  • Calendario

    novembre: 2014
    L M M G V S D
    « Ott   Dic »
     12
    3456789
    10111213141516
    17181920212223
    24252627282930
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: