Comandi base per cani ciechi: Andiamo!

 

 

Ho trovato questo video che fa vedere l’addestramento al comando “andiamo” di un cagnolino non vedente. Spero vi sarà utile!

 

Il comando fondamentale da imparare per i cani ciechi o ipovedenti che sono riluttanti a uscire con voi per le passeggiate è “Andiamo!”. Serve a fargli capire che deve camminare al vostro fianco nella direzione che voi sceglierete. A dirlo sembra semplicissimo, a farlo ci vuole un po’ di più.
La parola che scegliete per il comando è importante. Io uso “andiamo”, ma si può usare qualsiasi parola preferite, ad esempio “avanti”, “camminiamo”, “passeggiata”, ecc. L’importante è che abbia un suono diverso dalle parole che usate per gli altri comandi per non confonderlo.
Prima di iniziare preparate i bocconcini necessari per il training e il guinzaglio. Andate nell’area che avrete scelto per l’esercitazione (la vostra casa, il vostro giardino o in qualsiasi altro posto riparato in cui si senta sicuro) e iniziate dapprima senza guinzaglio. Prendete in mano un bocconcino, fateglielo annusare, e poi camminate piano tenendo la mano con il bocconcino bassa a “portata” del suo naso e pronunciate in comando in modo autorevole facendo qualche passo in avanti. Quando il vostro cane fa cinque, sei passi seguendovi dategli la ricompensa e lodatelo.
Se avete un cane di taglia piccola dovrete camminare un po’ curvi le prima volte per fargli annusare bene il premio.
Continuate così tranquillamente facendo sei-sette passi alla volta e allungando a qualche passo in più quando vedete che vi segue. L’ideale sarebbe, dopo qualche ripetizione, cambiare luogo, perché deve capire che il comando va eseguito anche quando siete fuori casa e sente un tipo di superficie diversa sotto le zampe. Spesso in casa sono bravissimi, ma quando li portate fuori e sentono di non camminare più sulle piastrelle si spaventano e si bloccano. Per questo è importante sperimentare in posti diversi.
Dopo qualche sessione provate a fare lo stesso quando è legato al guinzaglio. Avendo capito il meccanismo dovrebbe seguirvi tranquillamente senza far storie. Non tirate. Deve seguirvi volontariamente. Riconoscerete quando ha capito e si fida di voi dal fatto che inizierà piano piano a camminare meno titubante e seguirà il vostro passo. A questo punto, sia quando camminate con il guinzaglio, sia senza, iniziare a modificare l’andatura: a volte più veloci, a volte pianissimo. In questo modo il training non sarà noioso e ripetitivo e imparerà al contempo a stare al passo. Dopo qualche giorno di training provate senza esca, cioè senza il bocconcino a portata di naso. Dite “andiamo” e dateglielo solo se vi segue. Entro una settimana, dieci giorni al massimo vi seguirà ovunque!
Importantissimo è che siate super-attenti che quando fate questo esercizio non ci siano ostacoli in cui possa inciampare o che lo facciano spaventare. Lui si sta fidando di voi e sta seguendo la vostra voce: non deve accadere nulla che gli possa far pensare che non siete una guida affidabile. In bocca al lupo!

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Scrivetemi!
    Sarò felice di rispondere alle vostre domande, leggere e condividere con tutti gli altri lettori le vostre esperienze.

  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: