Scienza e Fantascienza

cani senza vista Burda

Chi mi conosce sa che sono una germanista e una germanofila convinta. Ebbene, da oggi lo sono anche di più.

Non è solo l’amore profondo per Hölderlin che nutre questa mia passione, è piuttosto un insieme di fattori, come la fattività, la puntualità, la meritocrazia, la precisione, la chiarezza e la velocità di feedback che si riscontra non solo nel mondo del lavoro, ma anche nel campo delle istituzioni, delle strutture pubbliche e della vita di tutto i giorni. In Germania esistono cose e situazioni impensabili in Italia. Ad esempio, la domenica mattina i musei sono gratis, perché la cultura è un diritto di tutti. Non si parcheggia nei posti per disabili perché sarebbe causa di estrema vergogna per il parcheggiatore sapere di aver soffiato il posto a una persona in difficoltà. Se ci si ritrova senza lavoro, oltre al sussidio lo stato garantisce utenze agevolate (luce, gas, telefono) sottocosto. Il lavoro in nero non esiste. Si può fare un lavoro oltre a quello ufficiale per arrotondare la sera o nel week end (cameriere, commesso) inquadrato in regola e con contributi aggiuntivi!!! Ce ne sarebbero di esempi da fare…..

E può capitare anche, che se si legge un articolo su uno studio interessante e si scrive una mail a un professore luminare della zoologia (uno che è anche su Wikipedia, non so se mi spiego!) alle una di notte di un giorno qualunque (con il pensiero: ci provo, ma tanto non mi risponderà mai….),  quello dopo poche ore ti risponde, anche se sei un emerito sconosciuto, una persona qualunque che non ha esperienza e professionalità nel settore. Questa è quella che io chiamo FANTASCIENZA e che dà il titolo all’articolo.

Cose che in Italia è difficile anche immaginare…

In breve ragazzi, il Prof. Dr. Hynek Burda ha risposto alle domande che mi ponevo alla fine del mio ultimo articolo sull’influenza del magnetismo sui cagnolini senza vista (Ecco lo studio completo:   http://www.frontiersinzoology.com/content/pdf/1742-9994-10-80.pdf) e sono estremamente orgogliosa di condividere con voi le sue risposte.

DOMANDA – Chissà se questo “sesto senso” si acuisce naturalmente alla perdita della vista, come gli altri sensi nei nostri cagnolini?

RISPOSTA – Da un cane cieco ci si può aspettare sia uno sviluppo accentuato della ricezione magnetica, a causa della compensazione di un senso perduto, oppure all’opposto una sensibilità magnetica attenuata in quanto una ( largamente accettata) ipotesi di sensibilità magnetica presuppone che i sensori magnetici dei cani risiedano nella retina, e che quindi i criptocromi della retina fungano da sensori magnetici. Uno studio di cani ciechi potrebbe quindi chiarire la risposta alla domanda sulla sede “fisica” del senso magnetico nei cani.

DOMANDA – Probabilmente il “senso magnetico” li aiuta molto nella realizzazione delle loro mappe mentali e li guida ad orientarsi sia in casa sia fuori nei luoghi frequentati abitualmente.

RISPOSTA – Sì , la nostra idea è che il senso magnetico li aiuti nella creazione e nella lettura di mappe mentali (cognitive) e svolga un ruolo determinante in tutto ciò. Se questo “sesto senso” li aiuti anche a orientarsi in casa però non è semplice da stabilire, poiché qui interviene anche la memoria spaziale, basata su una cinestesia e su un insieme di stimoli vettoriali che li guidano attraverso sensori vestibolari e di stimoli di movimento ( propriocettori) – l’animale si orienta (inconsciamente) a seconda del numero di passi necessari verso una certa direzione. I cani che hanno una vista, un fiuto e un udito in ottime condizioni hanno molti punti di riferimento, e in questo caso uno stimolo magnetico sarebbe ridondante al fine di permettergli una buon orientamento tra le quattro mura domestiche.

cani senza vista scienza

DOMANDA – Chissà se l’inquinamento elettromagnetico delle nostre case inibisce o offusca questa loro capacità e se adottando degli accorgimenti mirati a diminuire l’elettrosmog potremmo aiutarli?

RISPOSTA – Il campo magnetico è molto disturbato nelle nostre case, ed è influenzato anche da punti di riferimento magnetici supplementari (luoghi di particolare disturbo nella zona, ad esempio case poste vicino a ripetitori o fonti di inquinamento elettromagnetico significativo, ecc.) che potrebbero interferire ulteriormente con questa sensibilità. L’elettrosmog potrebbe effettivamente interferire con il senso magnetico – ma questo dipende dalla natura dell’elettrosmog (frequenze) e dalla natura della magnetoricezione nei cani, ma noi non ne conosciamo ancora perfettamente il meccanismo. Si presuppone, tuttavia, che il senso magnetico non ne venga disturbato: laddove per loro diventi fastidioso (come per noi ad esempio le luci stroboscopiche – alternanza rapida di luce e ombra ), spengono semplicemente questo senso, come se possedessero un interruttore magico.

PS: Il professore ci ha invitato tutti a partecipare al suo studio!

Aiutiamolo a capire come funziona nei cagnolini “speciali” il magnetismo.

Partecipate e condividete al massimo!!!!

Ecco il link: https://www.uni-due.de/zoology/research/dogs

A breve anche la versione italiana!!!

Comments
One Response to “Scienza e Fantascienza”
  1. scienza4zampe ha detto:

    Che dire? Condivido i commenti sulla Germania, anche se a pensarci bene il professore ha ragione: la scienza appartiene a tutti e il suo scopo è proprio raggiungere le persone che, nella vita reale, si trovano di fronte al problema che si sta studiando. Bravi dunque! Lo studio (che non conoscevo) sembra estremamente interessante.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Scrivetemi!
    Sarò felice di rispondere alle vostre domande, leggere e condividere con tutti gli altri lettori le vostre esperienze.

  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: