Diversità tra vista umana e vista dei cani – parte 2

cani senza vista 2

Le retine umane e le retine canine sono leggermente diverse.

Poiché le loro retine contengono solo un decimo circa  di coni rispetto a quelle umane, i cani percepiscono i colori in modo limitato. Mentre la maggior parte delle persone ha una visione tricromatica (cioè percepisce le variazioni di tre colori),  i cani hanno una vista dicromatica, cioè sono in grado di distinguere due colori. Si sente spesso dire che i cani vedono come un essere umano daltonico. In realtà non è proprio così: i cani non vedono il mondo in bianco e nero. Gli occhi dei cani sono in grado di percepire alcuni colori, e nello specifico i toni del giallo, del blu-viola e del grigio. Una recente ricerca condotta da ricercatori dell’Accademia Russa delle Scienze di Mosca ha dimostrato che in condizioni di luminosità normali le informazioni cromatiche possono essere predominanti anche per gli animali che hanno una vista dicromatica.

cani senza vista spettro

La figura mostra lo spettro elettromagnetico del Dr. Plonsky (1998). Sopra abbiamo i colori che percepisce il cane e sotto quelli che percepisce l’occhio umano.

Dato che la percezione dei colori è comunque limitata, per avere informazioni precise su ciò che li circonda i cani usano anche altri indizi, come l’odore, la consistenza, la luminosità e la posizione. I cani guida, ad esempio, non potendo distinguere tra un semaforo verde o rosso, fanno riferimento alla luminosità e alla posizione della luce. Questi segnali, insieme al flusso e al rumore del traffico, fanno capire al cane quando è il momento giusto per attraversare la strada.

A seconda della razza del cane, la posizione degli occhi varia. La posizione degli occhi del cane determina il suo campo visivo e la percezione della profondità.

view

Nei cani generalmente usati per la caccia, per i quali la visuale deve essere più ampia, gli occhi si trovano ai lati della testa. Questo dà agli animali un campo visivo molto ampio e permette loro di vedere le prede in avvicinamento.

I cani che hanno necessità di  una vista più precisa invece hanno gli occhi posizionati frontalmente, il che gli permette di sfruttare i vantaggi dati dalla visione binoculare. La visione binoculare si verifica quando il campo visivo di ciascun occhio sovrappone ed è necessaria per la percezione della profondità.

La morfologia quindi è determinante per identificare la tipologia di visione. Tanto più è grande il campo visivo e quindi aumenta la visione periferica del cane, tanto più sarà scarsa la sua visione binoculare  e viceversa.

Anche i cani con gli occhi posti frontalmente hanno comunque una visione binoculare inferiore rispetto agli esseri umani e possiedono anche un’acutezza visiva inferiore. La loro visione potrebbe essere paragonata a quando si guarda attraverso una pellicola: si ha un’idea generale dell’oggetto ma è tutto piuttosto sfuocato e i dettagli non sono messi a fuoco. Anche se il cane non mette perfettamente a fuoco a grandi distanze, il suo cervello riceve in ogni caso moltissime informazioni dall’ambiente circostante. Mentre gli uomini fanno affidamento prevalentemente sulla vista in sé, i cani si affidano a un mix di percezioni sensoriali (soprattutto derivanti dall’olfatto e dall’udito).

Si stima che l’acutezza visiva dei cani sia tra il 20% ed il 40% inferiore a quella dell’uomo. Ciò significa che a 5 metri un cane riconosce un oggetto che un uomo vede già a una distanza di 20 metri. Quindi se il vostro cane non riesce a riconoscere un familiare che sta a una certa distanza e fermo di fronte a lui non preoccupatevi perché è perfettamente normale. Alcune razze hanno una migliore acutezza visiva rispetto ad altre. Ad esempio i Labrador, che vengono comunemente usati come cani guida per non vedenti, sono allevati selezionando la razza per ottenere una vista migliore e possono avere visione che è vicina al 20/20.

Comments
One Response to “Diversità tra vista umana e vista dei cani – parte 2”
  1. Rebecca Antolini ha detto:

    vuol dire e il core non è quello che fa fastidio … casa nostra e gialla… e non vede nemmeno il verde… chi avrebbe mai pensato questo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Scrivetemi!
    Sarò felice di rispondere alle vostre domande, leggere e condividere con tutti gli altri lettori le vostre esperienze.

  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: