Intervista: La Leshmaniosi.

interviste veterinari

Tema: Le patologie oculari connesse alla leishmaniosi.

Intervista a: Dr. Alberto Crotti.

Chi è:

ID ALBERTO CROTTI 

DOMANDA- Purtroppo non tutti i padroni di cani sanno cosa è la leishmaniosi. Potrebbe riassumerci in breve di cosa si tratta?

RISPOSTA- La Leishmaniosi è una malattia infettiva causata dal protozoo Leishmania  infantum e trasmessa attraverso la puntura di un flebotomo, un  insetto dall’aspetto di un piccolo moscerino. Essa colpisce moltissime specie animali selvatiche e domestiche  e anche l’essere umano ed è caratterizzata nei nostri animali d’affezione da sintomi clinici estremamente variabili.

DOMANDA- -E’ una patologia curabile?

RISPOSTA- La malattia si combatte con misure di prevenzione che devono mirare a evitare che i nostri  animali vengano punti dall’insetto trasmettitore.  Nel caso il soggetto sia affetto può essere curata con associazioni di farmaci tra i quali i maggiormente utilizzati sono l’antimoniato di meglumina e l’allopurinolo somministrati per iniezione e via orale.

DOMANDA- Quali sono i problemi visivi che il cane può sviluppare in relazione a questa patologia?

RISPOSTA- In pratica non esiste alcuna struttura oculare che potenzialmente possa non essere colpita dalla Leishmaniosi. Per tale motivo qualunque animale abbia sintomi a livello palpebrale, congiuntivale, sclerale, corneale o manifesti malattia intraoculare può in via teorica essere affetto dalla malattia. Spesso i sintomi oculari precedono gli altri sintomi generali e la malattia viene sospettata a causa della loro presenza. I problemi oculari che possano causare deficit visivo sono soprattutto legati alla presenza di infiammazione dell’uvea, una struttura intraoculare, cui può secondariamente insorgere quale complicanza l’aumento della pressione intraoculare (glaucoma).

DOMANDA- Possono portare alla cecità?

RISPOSTA- L’occhio è un organo estremamente delicato pertanto se il soggetto non viene curato con tempestività in molti casi, soprattutto quelli che coinvolgono la porzione interna dell’occhio, possono degenerare in deficit visivi anche estremamente gravi, che posso arrivare anche alla cecità completa e irreversibile.

DOMANDA- E’ possibile curare in modo efficace e risolutivo queste problematiche?

RISPOSTA- La terapia della Leishmanosi a localizzazione oculare è spesse volte estremamente frustrante in quanto spesso soggetta a recidive oppure come detto in precedenza a gravi complicanze che possono causare cecità irreversibile. Una visita oftalmologica completa sarebbe consigliabile sempre in un soggetto affetto da leishmaniosi allo scopo di poter curare preventivamente le eventuali lesioni oculari, se presenti, nella fase iniziale.

 

Ringrazio il Dr. Crotti per la sua disponibilità a concedere questa intervista.

Contatti:

e.mail: alcrot@tin.it

Web: www.oculisticaveterinaria.it

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Scrivetemi!
    Sarò felice di rispondere alle vostre domande, leggere e condividere con tutti gli altri lettori le vostre esperienze.

  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: