Mappe mentali e olfatto

cani senza vista olfatto

Le mappe mentali che i cani non vedenti e ipovedenti elaborano sono costruite e supportate da tutta una serie di stimoli percepibili con gli altri sensi. I cani fanno piuttosto affidamento a stimoli reali, come odori, suoni e percezioni tattili.

Il senso principale che i cani usano per sviluppare delle mappe mentali è senza dubbio l’olfatto.

Gli odori rivelano al cane tutto ciò che lo circonda: li aiutano a capire dove si trovano, cosa c’è nelle vicinanze e ciò che c’è stato in passato, se ci sono altri animali i dintorni, quanti cani sono già stati lì e di quale età e stato d’animo, se ci sono degli umani, se ci sono posti dove poter fare i bisogni, ecc. Potremmo definire il suo naso una specie di radar ad alta precisione.

L’olfatto è così sviluppato perché in natura era indispensabile per la sopravvivenza della specie: i cani grazie al loro fiuto individuavano le eventuali prede e possibili riserve di cibo anche da grande distanza, riconoscevano le zone o gli oggetti pericolosi e identificavano i luoghi sicuri in cui poter riposare.

 

L’odore guida anche la vita sociale e gerarchica del cane: grazie ai feromoni egli è in grado di percepire e valutare i suoi simili e a loro posizione gerarchica, comprendere se le femmine sono predisposte per l’accoppiamento, l’indole e lo stato emotivo degli altri. Inoltre i cani hanno una notevole memoria olfattiva: questa è la ragione per cui vengono impiegati per trovare tartufi, rilevare droghe e esplosivi, rintracciare persone scomparse e effettuare missioni di salvataggio.

 

L’olfatto quindi è il senso che aiuta maggiormente i cani non vedenti e ipovedenti a costruire la propria mappa mentale. E’ proprio questo il motivo per cui i cani con problematiche visive quando entrano per la prima volta in casa o quando vengono portati in posti nuovi si mettono a vagare per la stanza con il naso attaccato al pavimento e ne esplorano inizialmente il perimetro e poi, in modo quasi concentrico, tutti gli spazi, girando attorno ai mobili e a qualsiasi cosa formi un ostacolo. Facendo così memorizzano il territorio, gli eventuali ostacoli, le possibili minacce e valutano le distanze tra un posto e un altro. Lo so che possono sembrare pazzi, ma occorre lasciarglielo fare liberamente: è il loro modo di percepire lo spazio e gli sarà molto utile imparare la disposizione della casa. Non servirà a  nulla chiamarli: quando lo fanno sono concentratissimi e sembra quasi che non vi sentano. Quando avranno memorizzato bene l’area smetteranno automaticamente di farlo.

 

Abbiamo già parlato del fatto che la cuccia e il posto dove stanno le ciotole non andrebbe spostato. Generalmente ai padroni si raccomanda di poggiare la ciotola a terra e ritirarla dopo il pasto. Per i cani non vedenti questa procedura non è consigliabile. Grazie all’odore del cibo, anche quando la ciotola è vuota, il vostro cane potrà facilmente individuarla. Se disporrete accanto ad essa (ad esempio a destra) la ciotola dell’acqua, che non ha un odore così penetrante, lui saprà che se vuole bere deve andare accanto alla ciotola del cibo. Vi raccomando, soprattutto se il vostro cane è diventato cieco nel giro di breve tempo e non ha vissuto un periodo più o meno lungo di adattamento, di monitorare sempre nel primo periodo che abbia ben individuato dove è posizionata la scodella dell’acqua e che beva regolarmente.

 

Il vostro cagnolino riuscirà a localizzare molto facilmente la sua cuccia grazie al proprio odore. Nello stesso modo potrà ritrovare i giochi che ha sparso per la casa. Altri punti che riuscirà ad individuare molto semplicemente sono il vostro letto, la poltrona in cui vi sedete di solito e il vostro posto a tavola, perché avranno il vostro profumo.

Tutto ciò avviene nel giro di poco tempo e in modo molto naturale. Ci sono comunque vari modi di usare le tracce olfattive per facilitare nel vostro cucciolone l’elaborazione di una mappa mentale precisa e dettagliata. Ne parleremo approfonditamente la prossima volta.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Scrivetemi!
    Sarò felice di rispondere alle vostre domande, leggere e condividere con tutti gli altri lettori le vostre esperienze.

  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: