Crate Training

cani senza vista crate

Crate Training in italiano significa addestramento al trasportino. Il trasportino lo conosciamo tutti: è quel contenitore portatile con tetto e porta, fatto in diverse misure proporzionate alla stazza del cane, che di solito usiamo per portarlo dal veterinario o per farlo viaggiare con noi sui mezzi pubblici. Lo so, sembra una gabbia e proprio per questo a noi umani piace poco….ma i cani non la pensano allo stesso modo. Già vi sento dire “ma il mio cane lo odia!!!”. Ovvio che lo odia: se lo usate solo quando lo portate dal veterinario o in aereo collegherà il trasportino sempre a qualcosa di fastidioso o poco piacevole!

Se voi non metterete sempre in relazione il trasportino a queste incombenze, scoprirete che in realtà ai cani, specialmente ai cuccioli, il trasportino piace molto. E’ un luogo riparato, tutto suo: uno spazio sicuro con tanto di tetto, che gli dà un senso di protezione, in cui è certo che non verrà nessuno a disturbarlo. Dal momento lo scopo del trasportino è quella di tenere il cucciolo al sicuro senza farlo sentire isolato, dovrebbe essere posizionato in un luogo tranquillo della stanza in cui passate la maggior parte del vostro tempo, lontano da correnti d’aria dirette o fonti di calore.

L’uso del trasportino è particolarmente efficace per addestrare il vostro cucciolo non vedente o ipovedente ed è utile ad evitare che incorra in qualche incidente mentre siete occupati a fare altre cose, ad esempio mentre vi fate la doccia o state cucinando. Dato che i cuccioli tendono a dormire molto, se inizialmente la sua cuccia sarà questa voi potrete occuparvi delle vostre incombenze in casa senza il timore che possa mettersi in pericolo girando disorientato quando si sveglia. L’uso del trasportino è utile per queste prime fasi in cui il cucciolo dorme tanto, ma non è la soluzione giusta per quei cani che devono essere lasciati soli frequentemente o per lunghi periodi di tempo (ad esempio mentre siete al lavoro).

Inoltre, dato che i cani tendono a non sporcare il luogo in cui dormono, in questo modo scongiurerete incidenti domestici indesiderati. Si abituerà più velocemente a controllarsi e ad associare le eliminazione solo con le uscite in luoghi designati per lo scopo. Per ottenere questo effetto occorre che il trasportino non sia molto più grande del cucciolo, altrimenti marcherà la parte in cui non dorme. Se ne avete comprato uno più grande da usare anche in futuro, schermate la parte eccedente con un pannello di plastica dura.

Farlo abituare è semplice. Innanzi tutto rendete accogliente l’interno con una coperta o un cuscino basso morbido, qualcosa che ha il vostro odore, così si tranquillizza, e un gioco. Provate a farlo familiarizzare con il trasportino: fategli annusare un bocconcino fuori dalla porticina e poi ponetelo all’interno, in modo che lui debba entrare per mangiarlo. Ripetete il gioco varie volte e poi provate a chiudere la porta per qualche istante. Quando esce lodatelo e ripetete il gioco chiudendo la porta varie volte per periodi un po’ più lunghi. Vedrete che imparerà in un batter d’occhio! Provate a lasciarlo qualche minuto in più all’interno, magari con un Kong: sarà così occupato che non ci penserà proprio a uscire! Il segreto è collegare sempre il trasportino a stimoli positivi per il cucciolo. Non tentate mai di spingere, tirare o far entrare forzatamente il cane nel trasportino: fate in modo che rappresenti per lui un luogo piacevole e sicuro.

Nelle prime fasi dell’addestramento, non aprite il trasportino quando il cane abbaia, piange o si lamenta. Apritelo solo quando il cane è tranquillo, al fine di insegnargli che abbaiare, piangere o lamentarsi non servirà a far aprire lo sportello. Ricordate: non utilizzate mai il trasportino come punizione o per segregare a lungo il cane, in quanto otterrete come unico risultato l’annullamento di tutto il lavoro compiuto insieme fino a quel momento.

Quindi, riassumendo il tutto, il trasportino può essere molto utile mentre il cucciolo dorme (potete farcelo entrare quando notate che è assonnato), mentre voi siete occupati in attività che vi impediscono di monitorarlo ed è sicuramente il mezzo più sicuro in assoluto per viaggiare e portarlo in auto con voi. Non abusatene però: non è un posto in cui lasciarlo confinato tutto il giorno! Durante le altre ore del giorno può stare a giocare in un piccolo recinto, di quelli che hanno tutti i negozi per animali e può girare libero per la casa nei momenti in cui potete dedicargli tutta la vostra attenzione e controllare che non si faccia male.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Scrivetemi!
    Sarò felice di rispondere alle vostre domande, leggere e condividere con tutti gli altri lettori le vostre esperienze.

  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: