Cani ciechi dalla nascita.

cani senza vista cuccioli ciechi

Parlare di cecità nei cuccioli in realtà è errato. Infatti tutti i cuccioli, nessuno escluso, nascono ciechi, sordi e incapaci di controllare la propria temperatura interna, perciò completamente dipendenti dalla madre. Pochi giorni dopo la nascita la madre inizia a produrre il “feromone d’adozione” che la indurrà a sviluppare il giusto comportamento di cura e difesa nei confronti dei cuccioli.

Lo studioso francese Pageat ha suddiviso le prime fasi di vita del cucciolo in questo modo:

• Periodo prenatale (dal 45° giorno del concepimento alla nascita);

• Periodo neonatale (dalla nascita al 10° giorno);

• Periodo di transizione (dall’11° giorno al 20° giorno);

• Periodo di socializzazione (dal 21° giorno al 120-130° giorno)

Come sopra descritto, il periodo di transizione è quello immediatamente successivo al neonatale, in cui  il cucciolo acquisisce alcuni importanti elementi sensoriali. Viene identificato a partire dal 10° giorno ma l’inizio vero e proprio è rappresentato dall’apertura degli occhi, che generalmente avviene intorno al 14° giorno. Solo in questo periodo è possibile individuare se la cucciolata presenta qualche cane con problemi di cecità, dovuta ad anomalie ereditarie o congenite.

Il cucciolo cieco ha in genere un comportamento diverso dai suoi fratelli e salta all’occhio a un padrone attento. Il suo comportamento è particolare: tende a isolarsi e reagisce in modo esagerato a ciò che succede intorno a lui, perché non riesce a prevedere quello che sta per accadere. Se si avvicinano improvvisamente altri cani o persone sussulta spaventato, perché non si rende conto di cosa gli accade intorno e delle intenzioni di chi entra in contatto con lui. Il fiuto di sicuro gli fornisce delle informazioni, ma non permette al cucciolo di valutare la distanza o l’avvicinamento di qualcuno. Anche in questo caso, come ho sottolineato in precedenza, chi già ha posseduto dei cani ha un “sesto senso” e si rende conto prima se c’è qualcosa che non va.

È fondamentale individuare la cecità nel cucciolo in quanto i cani con problemi visivi necessiteranno di un’educazione molto attenta che li abitui a vivere a contatto con l’uomo e con i propri simili. Se avete il dubbio che uno dei vostri cuccioli sia cieco è importante portarlo da un oftalmologo veterinario, al fine di verificare se i vostri sospetti sono fondati e scoprire da quale patologia sono afflitti. Se il medico confermerà i vostri sospetti dovrete iniziare subito con un addestramento mirato. Il cucciolo cieco non è in grado di utilizzare i segnali posturali e il linguaggio visivo, ciò potrebbe causargli serie difficoltà. Non ha avuto modo di imparare dai suoi simili i segnali calmanti e quindi sarà sempre svantaggiato nei rapporti con gli altri cani, non potendoli leggere né potendoli eseguire. D’altra parte un cane che non sa cosa significa vedere non sentirà la mancanza di un senso che non ha mai conosciuto. Imparerà in modo più veloce, in parte in modo istintivo, in parte con il vostro aiuto, a sopperire a tale carenza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Scrivetemi!
    Sarò felice di rispondere alle vostre domande, leggere e condividere con tutti gli altri lettori le vostre esperienze.

  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: