Paura e ansia nei cani ipovedenti e non vedenti

ansia cani, cani senza vista

 

Riallacciandoci a quanto detto l’ultima volta, le reazioni più comuni nei cani ciechi e ipovedenti sono l’aggressività, la depressione e la dipendenza. Se andiamo a scavare più a fondo però, apparirà chiaro che questi diversi modi di reagire hanno origine da un sentimento comune: la paura.

La paura nasce dal non avere più il controllo della situazione, dal disorientamento, ma soprattutto è paura atavica, cioè il timore di non essere in grado di difendersi davanti a un pericolo perché non lo si percepisce. La fonte del pericolo che teme di più è sicuramente l’attacco di un altro cane: non essere più in grado di leggere i segnali non verbali o gli eventuali segnali calmanti metterà in agitazione il vostro cucciolo.

I cani ciechi e quelli che stanno perdendo la vista soffriranno almeno inizialmente di fenomeni più o meno gravi di paura e ansia. Possono sviluppare paure per rumori improvvisi o forti, come ad esempio quelli dei tuoni o dei fuochi di artificio. Oppure possono spaventarsi semplicemente perché fate cadere qualcosa a terra. I sintomi più comuni di fobia da rumore sono il tremore, il muoversi a passi lenti e incerti, l’ansimare e l’istinto di andare a nascondersi.

I vostri cuccioloni potranno tornare ad avere ansia da separazione quando uscite di casa, proprio come quando erano piccoli. Potrebbero non riuscire a stare soli inizialmente, perché quando non c’è nessuno in casa sentono che nessuno potrà proteggerli in caso di bisogno. I sintomi si ansia si possono manifestare con il pianto, il lamentio, il seguire il padrone passo passo da una stanza all’altra, il leccarsi eccessivamente rispetto al solito, l’ansimare, il muoversi in modo incerto, fare i bisogni in casa e comportamenti distruttivi verso la casa, come mordere mobili, graffiare porte, distruggere cuscini e coperte, ecc. Ricordate sempre che il vostro cane non lo sta facendo per punirvi: sono solo modi per vincere la paura e in parte metodi per attirare la vostra attenzione.

L’ansia è la risposta naturale del corpo a un pericolo, sia esso reale o immaginario. Fisicamente può tradursi nel cane in tachicardia, disordini respiratori e aumento di pressione sanguigna. Se la situazione raggiunge livelli critici non esitate a contattare il vostro veterinario di fiducia, che saprà consigliarvi nel modo migliore.

Nei casi meno gravi, per aiutarlo fate attenzione innanzitutto al vostro comportamento:

  •  I cani sono molto sensibili e percepiscono le sensazioni dei padroni. Rilassatevi se siete nervosi prima di accarezzarlo o portarlo fuori. Anche da come tenete il guinzaglio per la passeggiata capirà se siete tristi o stressati o arrabbiati con lui, magari a causa di qualche guaio che ha combinato in casa mentre eravate fuori. Sapete bene che se non lo avete colto sul fatto è del tutto inutile sgridarlo….. Quindi, mettete da parte l’irritabilità e cercate di trasmettergli tranquillità.
  •  I vostri cani vi conoscono meglio di quanto pensate e colgono vari segnali verbali e non verbali dei loro padroni. Se il vostro cane soffre di ansia da separazione sarà molto attento a dei piccoli segnali che indicano che state uscendo di casa, come il tintinnio delle chiavi quando le prendete in mano, il rumore delle scarpe, se generalmente in casa usate le pantofole o il suono di quando prendete la borsa o il portafoglio. Cercate di identificare quale è l’azione che lo fa entrare in agitazione. Una volta individuato il suono che lo mette in agitazione, cercate di replicarlo varie volte al giorno anche quando non state per uscire di casa. Basta prendere in mano le chiavi oppure mettere pochi minuti le scarpe….Agendo così non collegherà più automaticamente il suono alla vostra assenza.
  •  Quando uscite e quando rientrate non eccedete nei saluti o nelle effusioni. In caso il vostro cane soffra di ansia da separazione sarebbe bene ignorarlo sia prima di uscire sia quando rientrate per almeno un quarto d’ora. Lo so che vi sembra inumano e non vi va….ma è per il suo bene!! Ricordatevi!!

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Scrivetemi!
    Sarò felice di rispondere alle vostre domande, leggere e condividere con tutti gli altri lettori le vostre esperienze.

  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: